Don Bruno Vincenzi (Fidei Domini)

La VitaUn gesto di coraggio - Buhoro Giugno 1972Il Servizio Missionario in Burundi

Don Bruno Vincenzi è nato a Cassana di Borghetto Vara il 27 Maggio del 1928. Ha Frequentato le scuole medie presso l’Istituto Madonnina del Grappa di Sestri Levante e studiato teologia presso il prestigioso collegio internazionale Brignole-Sale di Genova.

Il 29 Giugno 1951 è stato ordinato sacerdote nella cattedrale di Sarzana da Monsignore Giuseppe Stella che lo costituisce Vicario Parrocchiale a Pegazzano dove si recherà subito dopo la sua prima messa  celebrata il 2 luglio 1951 e resterà fino  all’ottobre del 1953. Successivamente, dal 1953 e per i tre anni successivi  sarà segretario al servizio diretto del Vescovo.

Dal settembre 1956 all’ottobre 1971 è parroco a Valdellora e contemporaneamente dal 1960, insegna religione presso l’istituto magistrale Giuseppe Mazzini della Spezia.

Nel 1971 il Signore lo chiama missionario in Africa, dove rimane 10 anni. I primi 4 anni a Buhoro in Burundi, in aiuto a Don Giovanni Tassano, un altro missionario spezzino, e poi gli altri 6 anni come parroco della vicina Muliza, parrocchia di oltre 400 kmq, con 18000 parrocchiani, nella diocesi di Rujigi.

 Nel Dicembre 1981 motivi di salute lo costringono a tornare in Italia.

Nel 1982 è canonico della Cattedrale della Spezia e il primo Marzo 1983 è nominato direttore del Centro Missionario Diocesano della sua città e si dedica senza sosta alle missioni e a tutti i missionari spezzini sparsi nel mondo.

Senza mai dimenticare l’umanità intera lontana, ama i poveri vicini: promuove l’associazione di volontariato “Missione 2000” e istituisce una mensa per assicurare un pasto quotidiano a chi ne ha bisogno. L’attività della mensa inizia con la cena del giovedì primo luglio 1993.

Nella prima mattina del 22 dicembre 1994, improvvisamente, il Signore lo richiama nella sua casa, i funerali vengono celebrati il 24 dicembre 1994 nella Cattedrale di Cristo Re.

Don Bruno adesso riposa nel cimitero di Pogliasca frazione del Comune di Borghetto Vara.  

(Testimonianza raccolta da Don Giovanni Tassano al suo rientro a Buhoro doppo il suo periodo di riposo nel mese di luglio 1972.

“Da un mese e mezzo, in quel giugno del 1972, infieriva in Burundi un furia omicida che purtroppo ha costato circa 200.000 morti. Ma a Buhoro, la missione fondata dai missionari spezzini, contrariamente a quanto succedeva altrove,  sembrava esente dalla terribile carneficina.

I tragici avvenimenti avvennero in seguito alla terribile repressione scatenata da un gruppo di estremisti tutsi, capeggiata dal presidente Micombero, come reazione ad un tentativo di colpo di stato operato da alcuni Ufficiali hutu dell’esercito dominato dai tutsi. 

L’arrivo di don Bruno Vincenzi in Burundi, nell’ottobre del 1971, fu per la missione di buhoro un dono particolare del Signore